Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
erica mattiello, blog viaggi,

Parigi

Le CAPITALI EUROPEE. In questa sessione conosciamo le capitali, il loro fascino, la loro storia
PARIGI, capitale della Francia​

PARIGI IN TRE GIORNI: COSA VEDERE

Da sempre ritenuta capitale del romanticismo, Parigi diventa patria di molti scrittori e poeti romantici.

La città è ritenuta una delle più belle al mondo. 

Non sono solo i suoi monumenti, l’architettura, i suoi parchi o le sue strade ea renderla tale. Parigi è una città con un’anima, piena di angoli preziosi da scovare.

PRIMO GIORNO

La prima attrazione di Parigi che si vuole vedere appena si arriva in città, solitamente è la Tour Eiffel. A qualsiasi ora del giorno si arrivi, la visita di Parigi inzia da qui.

Il punto ideale per ammirarla in tutta la sua interezza è scendere a Trocadero. Sarete accolti da musica, artististi di strada e dall’ iconica torre che vi lascerà a bocca aperta.

Già il tempo di scendere lungo la zona monumentale, ammirarne i giardini e lo spettacolo della Fontana di Varsavia (costruita per l’Esposizione Universale del 1937) per raggiungere la Torre Eiffel, vi richiederà almeno un’ora.

Se volete ammirare Parigi dall’alto, la salita sulle Torre è la soluzione ideale.
La salita al Piano 2 non è assolutamente necessaria. Oltre ad essere onerosa, avete una visione della città troppo distante. Certo, essere a 116 metri di altezza è comunque una grande emozione, ma non dimenticate che anche in piena estate, al primo piano, all’altezza di 60 metri da terra, tira comunque parecchia aria.

Io suggerisco di salire in ascensore, per poi scendere a piedi lungo le scale per ammirane la costruzione, fermandosi al piano intermedio dove si trova il ristorante.
Avrete in questa maniera un’ottima esperienza di visita alla torre Eiffel.

Se il tempo è limpido potete concedervi una crociera lungo la Senna: vi aiuterà ad individuare i palazzi più iconici ed a percepire la grandezza della città.

Dirigetevi quindi fino al Ponte dell’Alma (il tragico sottopassaggio che ha visto la morte della principessa Diana) o ai piedi della Tour Eiffel, da dove partono varie compagnie di navigazione.

Una volta scesi dal Battello non vi resta che l’imbarazzo della scelta dei monumenti da ammirare risalendo gli Champ de Mars: gil mueso militare degli Ivalides, che contiene le spoglie di Napoleone ed una collezione della Rivoluzione francese e della Seconda guerra mondiale), il Museo d’Orsay, il museo più visitato dopo il Louvre, ed attraversare il Ponte Alexandre III

Dirigetevi quindi verso la Cattedrale di Notre Dame sull’Ile de la Cité, teatro di alcuni degli avvenimenti più leggendari della storia francese, tra cui l’incoronazione di Napoleone imperatore.

Attraversate l’isolotto, ricco di ristorantini e negozi, ideale per trascorrere la serata.

SECONDO GIORNO

Prendete la metro e scendete a Louvre Tivoli. Ammirate la sua piramide di vetro.

Il Louvre conserva alcuni tra i più bei capolavori del Rinascimento italiano tra cui, oltre la Gioconda di Leonardo da Vinci, anche opere di Raffaello, Tiziano, Paolo Uccello e Botticelli.
 
Recatevi al palazzo reale adiacente e passeggiate per i Giardini delle Tuileries
 
Tra il Louvre e Place de la Concorde il Musée de l’Orangerie è una delizia per gli occhi.
 
Proseguite poi lungo gli Champs Elysee con i suoi negozi su ogni lato della strada fino ad arrivare all’Arco di Trionfo.

Prendete la metro e scendete ad Anvers. Il breve tratto in salita, pieno di negozi, vi condurrà alla meravigliosa Chiesa del Sacro Cuore, che sorge sul punto più elevato della città. 

Diversamente è possibile prendere la funicolare (fermata Abesses).

Da qui potrete godere di una meravigliosa vista sulla città!

Dirigendosi verso la Chiesa di Saint-Pierre-de-Montmartre, si entra nel vivo quartiere di Montmatre, ricco di negozi, ristoranti ed artisti di strada.

Potete poi scendere a Pigalle, il quartiere a luci rosse, dove si trova il famoso Moulin Rouge.

terzO GIORNO

Dedicate questa giornata al shopping recandovi alla Galleria Lafayette, oppure potete approfittarne di visitare qualche museo che non avete ancora visto, come ad esempio il Museo Pompidou che permette di ammirare una delle più grandi collezioni di arte contemporanea in Europa, con opere di Picasso e Matisse.

Potete passeggiare tra i Jardin du Luxembourg, tra i più belli di tutta Parigi e raggiungete Panthéon nel vicino quartiere Latino.

Potete anche raggiungere La Défense, il moderno quartiere degli affari di Parigi, un complesso di immensi grattacieli usati per attività e uffici, circondato da opere d’arte e fontane oppure effettuare una visita al Palazzo dell’Opera di Parigi, un altro edificio iconico della città.

 

REGGIA DI VERSAILLES

A poco meno di un ora di treno VERSAILLES è l’antica e grandiosa residenza dei Borbone di Francia, nata dalla volontà di Luigi XIV, detto il Re Sole

Versailles si raggiunge comodamente dal centro di Parigi in circa 30/40 minuti, scendendo alla stazione RER di Versailles Château-Rive Gauche.

Da li in circa 5 minuti a piedi si raggiunge il magnifico palazzo, sede ufficiale del potere fino alla Rivoluzione Francese.

Un’escursione a Versailles richiede una mezza giornata, o una giornata intera, a seconda se si vogliono visitare anche i giardini e come.

Famosissima e magnifica, la sala degli specchi, che dà sull’immenso giardino.

La visita al Palazzo con audiguida acquistabile all’ingresso, richiede circa un paio d’ore. L’acquisto del biglietto in anticipo è altamente consigliato per evitare code lunghissime all’ingresso.

I Giardini possono essere inclusi nel biglietto, altrimenti l’ingresso è acquistabile direttamente in loco (10€).

Il Giardino si estende per circa 800 ettari e comprende il Grand Canal, le varie fontane, il labirinto, l’ Orangerie (la serra che si nota subito all’ingresso).

Dai giardini è possibile raggiungere e visitare il Grand Trianon ed il Petit Triano dedicati a Maria Antonietta. Non sempre questi pavillon sono aperti al pubblico, se accessibili il biglietto di ingresso si paga sul posto al momento.

Una mezza giornata di tempo va via solo per passeggiare lungo i giardini. Per chi avesse poco tempo, è possibile girare il parco affittando una macchina elettrica.

Un’esperienza molto piacevole!

DISNEYLAND PARIS

A poco meno di un ora di treno, andando verso ovest, si trova una delle attrazioni principali di Parigi:

DISNEYLAND PARIS il conosciutissimo parco divertimenti formato da due parchi a tema: Disneyland Park e Walt Disney Studios Park.

SE VUOI APPROFONDIRE DI PIU’ SUL PARCO TEMATICO PIU’ FAMOSO D’EUROPA, CLICCA QUI

COME MUOVERSI A PARIGI

A Parigi si arriva su 3 aeroporti: Orly, Charles de Gaulle e Beauvais, che è il più distante (circa 90′ di bus).

La città di Parigi è grande ma i punti di maggior interesse sono abbastanza concentrati nella zona 1, il pieno centro storico che a sua volta è suddiviso in quartieri.

Nei quartieri ci si può spostare tranquillamente a piedi ma difficilmente si riesce a girare la città senza utilizzare i mezzi pubblici.

La soluzione migliore è prendere la mappa (facilmente reperibile in qualsiasi reception d’albergo) e dividerla in zone e concentrare la visita di una giornata in una zona.

Per spostarsi da un quartiere all’altro conviene sfruttare la metropolitana.

Per chi ama muoversi a piedi non conviene fare l’abbonamento giornaliero o settimanale.

I biglietti si possono tranquillamente acquistare in tutte le stazioni metropolitane ed il biglietto a singola tratta (circa 1,90€) ha una validità di 90′ minuti da quando viene vidimato.

Questo significa che è possibile spostarsi su più linee mantendo lo stesso biglietto, ed è possibile scendere e riprendere la metro purché non siano trascorsi i 90′ dalla timbratura.

Può succedere che ai tornelli il biglietto venga letto come “già usufruito”. In questo caso basta rivolgersi all’operatore presente alla biglietteria di ogni stazione.

L’acquisto dei biglietti tramite macchinetta è molto intuitivo ed è possibile selezionare la lingua in italiano.

LE ZONE DI PARIGI, QUESTE SCONOSCIUTE

La tariffa funziona a zone (il centro è inteso zona 1-3), ma per facilitarne l’emissione corretta del ticket, viene richiesto di digitare il punto di partenza ed il punto di arrivo.

In questa maniera si scopre che muovendosi dagli areoporti al centro città si spende circa 18€ a tratta.

Spostandosi dal centro città (zona 1-3) a Disneyland Paris (zona 5) o Versailles (zona 4) si spende circa 15€.

Considerato che quando si raggiungono questi posti si rimane 1 giorno o comunque oltre ai quei luoghi di interesse non si prendono altri mezzi se non per rientrare in città o spostarsi in aeroporto, il mio consiglio è quello di valutare bene se conviene richiedere un biglietto giornaliero o a singola tratta.

Solitamente, l’abbonamento in zona 4-5, oltre ad essere decisamente molto costoso, non viene sufficentemente sfruttato.

Per richiedere preventivi o maggiori informazioni in merito a questa meta CONTATTAMI o visita la sezione IDEE DI VIAGGIO

Se invece vuoi restare aggiornato sulle novità ed offerte iscriviti alla NEWSLETTER

 

condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

erica mattiello, blog viaggi,

Erica Mattiello

Viaggiare… è sempre stata parte della mia vita. Sin da piccola, in più occasioni, i miei genitori

Instagram
Ultimi post
i più commentati
Seguimi
Newsletter
Certificazioni

Grazie alle costanti formazioni che Evolution Travel e le varie piattaforme degli enti del turismo propongono, la mia conoscenza nel mondo del turismo è in continua evoluzione.

error: Il contenuto è protetto!